Lavoratori! Rivendicate il vostro diritto a Facebook!

3
Io questa cosa non la capisco! E’ una vera ingiustizia, di quella che richiederebbe una riforma immediata! Perchè le aziende bloccano Facebook?? Perchè un povero lavoratore non ha il diritto di passare qualche minuto in allegria cercando il sostegno e la compagnia di chi come lui è chiuso per 10 ore al giorno dentro una stanza al neon? Perchè non deve essere aggiornato in tempo reale su quello che succede al vicino di casa o al compagno d’asilo? E’ per questo che nasce  ‘Avevo Facebook….e il capo ufficio me l’ha portato via’
un gruppo di autosostegno che punta a esprimere solidarietà a tutti quelli che, da un giorno all’altro, hanno perso per sempre la loro finestra sul mondo! Iscrivetevi e raccontate la vostra esperienza, i vostri sentimenti, i sintomi più gravi da astinenza. Ho sentito parlare di tremori, pallori, noia, desiderio smisurato di cibo e tabacco! Tutto questo deve finire! Lavoratori! Rivendicate il vostro diritto a Facebook!

3 commenti

  1. oh, mi raccomando, iscrivetevi da casa… 😐 e chi non ha internet a casa? è spacciato! non potrà mai più aggiornare lo status! io mi sono unito è una battaglia giusta!

  2. Beh, probabilmente per l’esagerazione di una minoranza di drogati da surfing in rete paghiamo tutti 🙂 Tutto sommato però i sistemi di controllo della navigazione possono lasciare delle fasce orarie libere (tipo la pausa pranzo) per sbizzarrirsi. Ammetto però di non usare FB quindi nel caso specifico non sento la privazione. Ciao!

Commenta

Powered by keepvid themefull earn money